Pitti Uomo Firenze Gennaio 2018: MC2 Saint Barth presenta la giacca Byron

A Pitti Uomo, MC2 SAINT BARTH presenta la collezione autunno inverno 2018 2019 e lancia la mid-season jacket Byron, una travel jacket dalle caratteristiche tecniche uniche per stampa e per materiale.

A Pitti Uomo, MC2 SAINT BARTH presenta la collezione autunno inverno 2018 2019, forte della stagione estiva e delle particolari tecniche di stampa sul beachwear, lancia la mid-season jacket Byron, una travel jacket dalle caratteristiche tecniche uniche per stampa e per materiale.

La giacca Byron è realizzata in Comfortex, una particolare tipologia di tessuto Soft Shell, materiale indicato per le attività che richiedono un’ampia libertà di movimento: è costituito da 3 diversi strati sovrapposti che riescono a creare una combinazione unica (Nylon stretch esterno, membrana traspirante e micro felpa polar). I tre strati vengono poi pressati mediante un’apposita macchina che, tramite calore e pressione, li salda fissando la membrana traspirante nella zona intermedia.

La caratteristica principale è data dalla stampa che, benché su tessuto tecnico, ricrea i tessuti di lana dei cappotti in perfetto stile British per un effetto “ottico” spinato e di altri materiali particolari. La stessa tecnica di stampa viene utilizzata per il gilet, pratico modello con imbottitura thermore, da usare sopra il golf a fine estate e sotto il giaccone con i primi freddi.

La collezione si amplia nell’outerwear, che per il prossimo inverno vede tre nuovi modelli di giacche, in cui la stampa ha sempre un ruolo importante o all’interno, come ad esempio nel piumino oversize tinta unita con stampa interna in stile atzeco, o come nel giaccone con cappuccio e nel parka le cui peculiarità sono le caratteristiche tecniche e le imbottiture thermore.

Tutta la collezione si arricchisce di una linea di maglieria dalle linee basiche e pulite a tinta
unita: pull in misto cachemire, tshirt manica corta o lunga con stampe che riprendono il mondo della montagna e le varie località turistiche da St. Mortiz a Courchevel.