Altaroma Gennaio 2018 Marianna Cimini: la collezione autunno inverno 2018 2019

Ha sfilato sulle passerelle di Altaroma, la collezione autunno inverno 2018 2019 di Marianna Cimini. Scopri tutti i look su Globe Styles

Ha sfilato sulle passerelle di Altaroma, la collezione autunno inverno 2018 2019 di Marianna Cimini, che nasce da una luce riflessa sulla tela “La Femme à l’ombrelle” di Claude Monet. Lo sguardo si pone su una donna morbida e angelica, seppur stretta in un ruolo imposto.

L’attenzione è subito rubata da un giardino fiorito di pennellate rapide e vivaci, un vortice di luce e colore dinamico e attuale. Ne scaturisce la volontà di raccontare una femminilità fatta di un nuovo romanticismo, contemporaneo e senza regole, una donna consapevole ed energica in grado di superare i limiti imposti dalla tela stessa, da chi l’ha immaginata e dipinta.

La luce impressionista e i colori brillanti sono il mezzo di un’espressione libera e vitale, trovando oltre il dipinto un’estensione fisica in materiali lucidi e specchiati. La collezione si struttura in fit over e scivolati, arricchita da volumi e capi pensati per accompagnare una donna romantica e dinamica nelle diverse occasioni di una giornata metropolitana.

Maxi-cappotti e crop top in eco pelliccia stampata sono la nuova tela su cui le ombre del dipinto rallentano e si scompongono, separandosi in macro pixel di colore. Gonne pencil, pea coat in doppia crĂŞpe di lana, completi giacca e pantalone dal taglio maschile prendono forma dalle tonalitĂ  verdi e dei marroni bruciati: i colori sono resi materici e si liberano dalla sovrapposizione pittorica.

Il grigio metallico delle nuvole di Monet e le rapide pennellate di luce si traducono in bagliori dinamici e inaspettati di macro-paillettes su abiti boxy e top. Abiti coulisse reversibili in nylon water proof, gonne midi e trench in vernice donano una continua iridescenza a una nuova donna, ormai lontana dalla tela impressionista.

Una “Suzanne”, non più stretta e costretta in corsetti, che si appropria ora di capospalla tecnici e di abiti lunghi in seta, privati dei volumi impressionisti. Un fiore sfugge alla tela e accompagna il racconto in stampe macro in rosso e in nero, con una nuova verve dinamica e sensuale: in nylon su maxi coat e su habotay in seta per camicie e chemisier.