Dior Jennifer Lawrence campagna Cruise 2019: l’ispirazione equestre

Dior svela gli scatti della campagna Cruise 2019 con protagonista il volto della Maison, Jennifer Lawrence. Scoprili tutti su Globe Styles

Dior Jennifer Lawrence campagna Cruise 2019 – Le gonne arricchite di ricami o di una toile de Jouy reinterpretata si affiancano ad anfibi rivisitati in versione contemporanea battezzata DiorCamp. A esprimere una femminilità selvaggia, queste silhouette della collezione 2019 di Dior rendono omaggio alla disciplina al tempo stesso aggraziata e potente delle escaramuzas, tradizionali amazzoni messicane che hanno fornito ispirazione a Maria Grazia Chiuri.

Su questi nuovi scatti della campagna crociera 2019, immortalati dalla fotografa Viviane Sassen, si svela, in uno scrigno di cemento aperto su una natura desertica, lo stile femminile dell’attrice e volto della Maison, Jennifer Lawrence. Accanto a lei, si profila la silhouette di un cavallo che rievoca l’ispirazione equestre della collezione.

Sono le gonne ampie, esagerate, che indossate con piccole giacche perfettamente aderenti evidenziano la vita sottile, stretta in cinture alte. Materiali diversi innestano nella collezione paesaggi altri: è il caso del Toile de Jouy, un classico della manifattura francese, che viene recuperato con una serie di animali selvaggi come la tigre e il serpente, che ne aggiornano la narrazione.

I pizzi leggeri o pesanti, sovrapposti in balze plissettate o composti a definire ruote perfette, esaltati da stivali neri gommati, diventano uno strumento potentissimo per introdurre elementi di contrasto dal sapore pienamente contemporaneo, come anche la trasformazione delle sottogonne in tulle e della giacca Bar in protagonisti dalla smisurata personalità. Tulle che vive nella forza del rosso e nelle stratificazioni dei colori polverosi.

Sono allora le straordinarie interpretazioni della giacca da amazzone, in cotone giapponese tipo chino o in nero, abbinata a pantaloni di diverse fogge, a gonne pantalone oppure a gonne che rievocano, nel virtuosismo di pieghe, rotazioni e ampiezze, il modello Drags proposto da Christian Dior nel 1948. L’iconica borsa Saddle viene rivisitata da Maria Grazia Chiuri. Ed è una camicia maschile bianca, oppure a righe, con la sottile cravatta nera, a completare la mise.

credits image by Press Pffice Dior – photo by © Viviane Sassen