JW Marriott Grosvenor House London: la trasformazione che celebra il 90° anniversario

È l’inizio di una nuova era per lo storico hotel, che celebra il 90° anniversario con un’importante ristrutturazione. Scoprite tutto su Globe Styles

JW Marriott ha svelato il rinnovo dell’iconico JW Marriott Grosvenor House London, concepito da Hirsch Bedner Associates (HBA) e GA Design. Il restauro ha visto la completa trasformazione sia delle suite che delle aree comuni, ripensate in ottica contemporanea, pur rispettando la lunga storia della proprietà.

Un tempo residenza del Duca di Gloucester, Grosvenor House ha saputo rendere onore a questa prestigiosa location, situata a Park Lane, fin dall’inaugurazione, avvenuta nel 1929. Progettato dai celebri architetti L. Rome Guthrie e Sir Edwin Lutyens, l’hotel è stato a lungo associato a reali, nobiltà e celebrità internazionali.

Da sempre conosciuto come uno dei principali luoghi di ritrovo di Londra, Grosvenor House ha ospitato numerosi eventi di rilievo, come il Royal Caledonian Ball e il Russian Debutante Ball. Negli ultimi 68 anni, l’hotel è stato la sede ufficiale dei British Academy of Film and Television Arts Awards (BAFTA).

La prestigiosa eredità di Grosvenor House, arricchita dalla costante presenza di personaggi dello star system, risplende ancora oggi grazie alla posizione privilegiata della struttura, a due passi da Hyde Park. La trasformazione ha lasciato intatto il fascino dell’hotel, attribuendogli al tempo stesso un tocco tipicamente inglese, ma più fresco e contemporaneo.

Il rinnovo a 360° di JW Marriott Grosvenor House London si esprime in primis attraverso la riorganizzazione del piano terra, dotato di un’incantevole vista su Hyde Park. Gli interni sono caratterizzati da pareti decorate con pattern di farfalle e tappeti in pezzi unici, da una palette di colori tenui arricchita da qualche tocco acceso. La lobby con camino viene ora inondata di nuova luce grazie alla vetrata che sale fino al soffitto, fungendo da trait d’union tra l’ingresso della lobby e il ristorante e sala da tè Park Room.

La rigogliosa natura di Hyde Park è protagonista indiscussa nel design dei corridoi e delle stanze: i primi sono abbelliti da un pattern di foglie, mentre le seconde rimandano al foliage autunnale a Hyde Park, con grandi foglie dorate disposte sopra la tappezzeria grigio perla. I toni caldi e neutri caratterizzano anche le due Royal Suite, ideali per chi vuole sentirsi a casa propria anche in viaggio. All’interno, magnifiche opere d’arte commissionate espressamente per l’hotel, tra cui sculture in ceramica e stampe incorniciate, sono un omaggio ai lunghi viaggi tra Londra, New York e Parigi all’inizio del ventesimo secolo.

Park Room, la sala da tè del JW Marriott Grosvenor House, propone un Afternoon Tea tradizionale, ma con un tocco moderno. Arredato secondo lo stile delle case signorili inglesi, con comode poltrone in velluto e motivi floreali, e abbellito da ampie vetrate che valorizzano le magnifiche vedute ininterrotte su Hyde Park, Park Room è il luogo ideale per trascorrere un tranquillo pomeriggio nel cuore del Mayfair.

Il pluripremiato Anna’s Afternoon Tea rimane fedele alla tradizione, aggiungendo un tocco moderno. Il menù cambia stagionalmente e include prelibatezze come sandwich, torte fatte in casa, scones semplici o all’uvetta serviti con Devon clotted cream e marmellate, oltre a una selezione di sfogliatine alla crema e pasticcini. Ad accompagnare le tentazioni dolci e salate, un’ampia scelta di tè di alta qualità, tra cui il floreale Yellow Rose, oppure al Serpentine Gin: entrambe le bevande sono state create appositamente per l’hotel utilizzando piante autoctone di Hyde Park. Ogni giorno, dalle 14:00 alle 16:00 i concerti di pianoforte fanno da sottofondo.

JW Steakhouse serve prelibati tagli di carne selezionati dalla USDA in un ambiente classico. Nelle occasioni più riservate, gli ospiti possono scegliere la sala privata, che accoglie fino a 12 persone. In primavera e in estate è possibile usufruire anche della terrazza all’aperto.

Corrigan’s Mayfair, guidato dal rinomato chef Richard Corrigan, serve piatti della tradizione britannica e irlandese, mentre Ruya London, guidato dallo chef turco Umut Özkanca, propone ricette contemporanee della cucina anatolica, regione che si estende dal Mediterraneo al Mar Nero.

Il Bourbon Bar dispone di ben 300 rarissimi bourbon dell’epoca pre-proibizionista, mentre il Red Bar, con le sue appariscenti decorazioni rosse, fa da contrasto ai toni neutri del’hotel. Esperti mixologist sorprenderanno gli ospiti con cocktail esclusivi, rendendo il bar il luogo ideale per trascorrere una serata in compagnia.

Con uno spazio di oltre 450 metri quadrati, JW Marriott Grosvenor House London vanta una delle location per eventi all’interno di un hotel più grandi d’Europa. La gemma dell’hotel è la Great Room, che può ospitare fino a 2.000 persone contemporaneamente ed è l’ideale per premiazioni e ricevimenti. Questo luogo iconico era un tempo una pista di pattinaggio su ghiaccio, sulla quale la Regina Elisabetta II e sua sorella Margaret impararono a pattinare da giovani.

All’interno della sala sono stati conservati elementi che ricordano questo storico passato, tra cui otto lampadari di cristallo e un’ampia scalinata. Anche la raffinata Ballroom rispetta la storia dell’hotel, grazie a lampadari di vetro decorati ed elementi Art Déco. La Court Suite, con capienza massima di 250 persone, è conosciuta per il suo originale tappeto che richiama il pattinaggio su ghiaccio. Matrimoni intimi, banchetti e riunioni d’affari sono invece gli eventi ideali per le 20 sale polifunzionali di 86 Park Lane.