SPazzuk Milano Via Corridoni: il nuovo corner shop per gli amanti dello streetwear

  • SPazzuk Milano Via Corridoni
  • SPazzuk Milano Via Corridoni
  • SPazzuk Milano Via Corridoni
  • SPazzuk Milano Via Corridoni
  • SPazzuk Milano Via Corridoni
  • SPazzuk Milano Via Corridoni

Il brand dall’animo street ed ecofriendly è pronto a conquistare i meneghini con il primo corner shop da Usato Firmato, in Via Filippo Corridoni 5.

SPazzuk Milano Via Corridoni – SPazzuk, il brand di streetwear nato nel 2017 a Rocchetta a Volturno in Molise, è pronto a conquistare Milano con l’inaugurazione del primo corner shop all’interno di Usato Firmato, in Via Filippo Corridoni 5, posizionato a soli 500 metri da San Babila. Un negozio da sogno, dove insieme alle grandi firme vintage si inseriscono anche il modernariato, il design e l’oggettistica di pregio esposti in un’ambientazione anni ’50.

Per festeggiare, SPazzuk organizza un evento speciale aperto a tutti, all’interno dello store, con un ricco programma che prevede oltre alla presentazione del progetto SPazzuk e del progetto Magellano, con uno speaking coordinato da Christian Gangitano, anche diversi momenti allietati da DJ set e un’interessante performance di sonorizzazione.

Appuntamento il 22 Dicembre alle ore 17 per scoprire dunque tutti i capi della collezione, dalle t-shirt agli accessori gender-fluid, e il nuovo progetto SPazzuk STREET Art Capsule, una serie di t-shirts in edizione limitata con le stampe ideate dagli artisti di Street Art In Store.

SPazzuk si caratterizza per la sua visione contemporanea delle tendenze dello street fashion e presenta una collezione unisex di alta qualità, composta da t-shirt, felpe over-size e borse con stampe e applicazioni, loghi, bande e patch. Il brand è sinonimo di forte personalità e insieme di espressioni artistiche, ha uno stile vivace perfetto per le crew cosmopolite contemporanee e per chi ama mettere in gioco la sua personalità in maniera ironica e creativa

Il mondo delle sottoculture urbane ha sempre avuto un posto speciale nel cuore di SPazzuk. Il brand mescola, infatti, con saggezza i codici sartoriali gender-fluid al gusto unico ed attento per il tessuto e pensa l’abbigliamento come segno di identità e significante culturale.

SPazzuk fonde in chiave inattesa elementi conosciuti e sperimentazioni. La ricerca grafica resta il linguaggio privilegiato, un ingrediente insostituibile per il brand che celebra l’iconografia streetwear, in un momento storico di profonde fusioni e contaminazioni, dove le subculture si elevano velocemente a trend per le masse, e dove anche i movimenti di contestazione si stemperano trasformandosi in nuove élite. SPazzuk vuole raccontare l’inatteso, l’elemento fuori contesto che proprio per questo assume il carattere di unicità.

SPazzuk è anche attenta alla cura del prodotto e alla sostenibilità. La produzione dei capi è totalmente Made in Italy e il brand lavora a stretto contatto con gli artigiani locali, ponendo grande attenzione a tutte le fasi della lavorazione: dal taglio alla stampa.

Producendo nel Parco Nazionale d’Abruzzo e Molise, SPazzuk è particolarmente sensibile alla qualità dei tessuti, che devono rispondere ad alti standard eco-friendly, biologici e vegan-friendly. La tecnica di stampa che Spazzuk utilizza è a impatto ambientale zero e priva di sostanze tossiche.

Le menti creative di SPazzuk sono Alessandra Peri, proprietaria del marchio, visual artist molisana cresciuta tra Roma e Barcellona, e un collettivo capitanato da Andrea Succi e Genny Romanazzi. Le esperienze di vita unite alle diverse visioni, legate dall’inclinazione punk e ad un’attrazione per la cultura street, hanno definito lo stile unico di SPazzuk.