Fendi Uomo autunno inverno 2021: What is normal today, tutti i look

Fendi Uomo autunno inverno 2021: la collezione è elegante ed avvolgente, intensamente funzionale, con le stampe uniche dell’artista Noel Fielding.

Fendi Uomo autunno inverno 2021What is normal today, insiste una voce femminile. Non una domanda, ma una considerazione. What is normal today, alla maniera di Fendi, naturalmente. La voce, infatti, è di Silvia Venturini Fendi, ed è intessuta ai suoni del brano creato da Alessio NataliziaNot Waving che fa da colonna sonora.

Fendi Uomo autunno inverno 2021: il video della sfilata

Nella dimensione serrata e ritmata di un videoclip, con il director’s cut di Nico Vascellari, ciò che è normal today si rivela tra gli estremi della realtà e della surrealtà, che è poi la condizione attuale ed elastica del vivere: in costante multitasking, mentre ciascuno non è più uno ma tanti.

Senza soluzione di continuità: dentro e fuori, leisure e business, sonno e veglia, sogno e realtà. Un’ode al normale inteso come classico, elegante, avvolgente, senza tempo, intensamente tattile, funzionale, modulare, in una palette di colori sobri e neutri: giacche e cappotti che occasionalmente rivelano la costruzione attraverso lampi e aperture o sono completamente reversibili; giacche-camicia, maglie componibili; camicie pigiama, pantaloni di maglia; bermuda trapuntati.

Gli scarabocchi indecifrabili dell’artista surrealista Noel Fielding – è un animale o una linea, un umano o una macchia di colore? – si moltiplicano in stampe, in intarsi su montone e pelliccia, conducendo progressivamente ad una esplosione energetica e vitaminica di colori e volumi: imbottiti, trapuntati e coloratissimi, vestaglie, pigiama e anorak di seta tecnica con il piping, come fossero loungewear, preparano per una camminata sull’arcobaleno, o sul divano. L’uomo normale diventa fantastico a seguito di una corroborante cromoterapia.

Gli accessori sono un omaggio al mondo del travel, surrealmente fuori taglia: Baguette dalla linea squadrata e la metalleria smaltata in nuance, Peekaboo come mini-bauli, zainetti come mini trolley e poi borse a mano come packaging. Gli stivaletti si scompongono, diventando pantofole nel passaggio da fuori a dentro.