Fuorisalone 2019 Lea Ceramiche: Zoom, la nuova linea firmata da Fabio Novembre

Continua la collaborazione di Lea Ceramiche con l’architetto e designer che firma il nuovo concept di superfici, reinterpretando l’organicità del cemento per proiettarla nell’interior contemporaneo

Fuorisalone 2019 Lea Ceramiche – Per l’edizione 2019 della Design Week, Lea Ceramiche presenta Zoom, una nuova linea di superfici ceramiche firmate da Fabio Novembre che arricchiscono ed ampliano l’impianto decorativo della collezione Concreto, lanciata con grande successo lo scorso anno.

L’attitudine di Lea Ceramiche a sperimentare nuovi linguaggi espressivi sulla materia ceramica si è nel tempo trasformata in visione creativa volta a realizzare prodotti interpreti e precursori di nuove tendenze e stili. Si consolida così un tratto profondo e distinto del brand, che è capace di governare il tema design attraverso una proposta continua di soluzioni riconoscibili e apprezzate dal mercato.

La profonda conoscenza del materiale, supportata dalle tecnologie più all’avanguardia e la collaborazione con designer e figure professionali tra i più influenti della scena internazionale, hanno generato superfici iconiche, con un’identità ben precisa in grado di influenzare i gusti del momento.

È il caso della felice collaborazione con l’architetto e designer Fabio Novembre che, oltre a distintivi progetti architettonici realizzati con il brand modenese, ha firmato lo scorso anno la collezione Concreto, riproduzione iperrealistica delle superfici cementizie su cui il designer ha immaginato pattern e decori di ispirazione organica e geometrica.

“Io sono un sognatore, ma nella vita sono stato Concreto solo per Lea Ceramiche – afferma Novembre – “in questo senso l’ispirazione per Zoom arriva dalla chimica, una scienza esatta che permette di comprendere i dati più intimi degli elementi. È come se la materia possedesse al suo interno una carta d’identità, dei codici naturali che la inquadrano e la descrivono. Questa struttura molecolare, invisibile per l’occhio umano, ci nega un rapporto più intimo con il materiale stesso. Zoom diventa allora un artificio che consente di penetrare la natura del cemento e delle sue componenti organiche. Zoom è un potente microscopio che ci permette di analizzare le imprevedibili geometrie della natura.”

Zoom è la rappresentazione in chiave macro di quattro pattern che riflettono sull’organicità del cemento – Reef, Dry, Foam, Tide – estremizzati attraverso un tratto vigoroso e ingigantito. I motivi grafici vengono proposti in formato 60×60 cm per comporre veri e propri tappeti decorati, oltre che nel più classico formato 20×20 cm che reinterpreta in chiave inedita la tradizionale forma decorativa delle cementine. Il progetto presenta una varietà di grafiche da posare a pavimento o a parete in maniera randomica, per conferire allo spazio un’impronta decisamente contemporanea, decorativa e distintiva.

Zoom affianca l’ampliamento della gamma della serie Concreto, best seller dell’azienda presentato nel 2018, che si arricchisce oggi di nuovi spessori, formati, textures e di un ulteriore impianto decorativo ampio e variegato.

Lanciata su tecnologia Slimtech, attraverso le grandi lastre in gres laminato, ultratecnologiche ed innovative per avere spessori ridotti e formati oversize, Concreto diventa così un progetto aperto e versatile, soluzione ideale per progettisti o interior designer alla ricerca di elementi dalla forte personalità.

La varietà di spessori, formati e textures consente un uso trasversale dei materiali e continuità estetica delle superfici anche tra aree interne ed esterne. Dalle caratteristiche prestazionali della materia ceramica alla potenzialità espressiva delle sue varianti decorative, Concreto è una collezione modulare, un elemento di base flessibile per esprimere stili e nuovi linguaggi dell’abitare.

Con Zoom Fabio Novembre e Lea Ceramiche scelgono di avvicinarsi ancora di più al tema del cemento e dei suoi pattern. Quest’anno l’allestimento dello showroom, assolutamente metafisico, sarà costellato di piccoli obelischi astratti che si stagliano sui fondali della collezione.

La divisione cromatica netta delle pareti verticali trova discontinuità nel pavimento formato dalla nuova collezione Zoom mix che si ispira alle classiche marmette reinterpretando i pattern in chiave contemporanea. Anche quest’anno nello showroom sarà possibile visionare un video realizzato ad hoc dal visual artist Alessio De Vecchi liberamente ispirato disegnati da Novembre per Lea Ceramiche.

Durante il pomeriggio e la serata dell’11 aprile, lo spazio estendendo il concetto di Zoom si trasformerà in un set fotografico, per un’esperienza immersiva nel prodotto che verrà sugellata dalla firma di Settimio Benedusi, tra i migliori esponenti della fotografia contemporanea. In una special edition di “Ricordi?”, il progetto con cui ha deciso di dedicarsi alla sfida di fotografare la gente comune e far tornare a provare nell’era digitale l’amore per la fotografia stampata, Benedusi sarà in via Durini per immortalare i visitatori dello showroom di Lea Ceramiche e consegnare loro una copia stampata, speciale ed unica dello scatto.

Presso lo spazio, infine, durante tutta la settimana sarà possibile visionare il risultato della partnership tra Istituto Marangoni Milano e Lea Ceramiche. La collaborazione è nata all’inizio dell’anno, quando i giovani allievi hanno avuto l’opportunità di visitare la sede produttiva di Lea Ceramiche, a Fiorano Modenese, nel cuore del distretto ceramico italiano. Un’occasione per vedere da vicino tutta la tecnologia, l’innovazione e il know how che caratterizzano le svariate collezioni di superfici realizzate in gres porcellanato. Da un percorso durato 8 settimane, sono nati 12 progetti che rappresentano una personale interpretazione dei materiali ceramici con l’obiettivo di coniugare lo stile del brand con le più recenti tendenze dell’Interior.