Louis Vuitton borse Capucines: la nuova collezione ArtyCapucines 2019

La collezione Arty Capucines vede sei artisti contemporanei portare le proprie particolari visioni sulla famosa borsa Capucines di Louis Vuitton. Scoprite tutto su Globe Styles

Louis Vuitton borse Capucines – Lanciata per la prima volta nel 2013 e così chiamata in onore di Rue des Capucines, la via parigina dove Louis Vuitton aprì il suo primo negozio nel 1854, la borsa Capucines è velocemente diventata un classico contemporaneo.

Con la collezione ArtyCapucines in edizione limitata, il caratteristico design e la silhouette della borsa offrono una ideale “tela bianca” a sei famosi artisti internazionali: Sam Falls, Urs Fischer, Nicholas Hlobo, Alex Israel, Tschabalala Self e Jonas Wood.

Nello spirito delle famose collaborazioni di Louis Vuitton con artisti quali Stephen Sprouse, Takashi Murakami, Richard Prince, Yayoi Kusama e Jeff Koons, la collezione Arty Capucines vede le visioni uniche dei sei artisti applicate alla Capucines.

Le borse che ne risultano sono una vetrina della creatività degli artisti, così come lo sono l’innovazione e il know-how degli atelier della Maison: dall’estrema precisione della tintura e delle cuciture sul disegno a onde intensamente colorato di Alex Israel all’innovativa stampa digitale e al ricamo 3D della creazione di Jonas Wood.

Dalla frutta e verdura rimovibili, lavorate a mano del malizioso disegno di Urs Fischer agli intricati disegni in pelle cuciti e annodati a mano della visione di Nicholas Hlomo per finire con il patchwork di pelle straordinariamente ricamato sulla borsa di Tschabalala Self e l’intricato lavoro di madreperla sulla Capucines di Sam Fall.

La collezione ArtyCapucines è un’ulteriore prova della capacità unica di Louis Vuitton di sostenere gli artisti nel dare vita alle loro idee, unendo la sua passione per la costante innovazione alle sue tradizioni nel savoir-faire artigianale.

Ogni modello della collezione ArtyCapucines sarà distribuito in edizione limitata e numerata di 300 pezzi a partire dal 25 giugno.

credit image by Press Office – photo by © Studio Lenthal