Pitti Uomo Giugno 2019 L.B.M.1911: il sartoriale sposa l’hi-tech

L.B.M.1911 presenta a Pitti Uomo 96 la nuova collezione primavera estate 2020. Scoprite tutti i nuovi look maschili su Globe Styles

Pitti Uomo Giugno 2019 L.B.M.1911 – Il brand di ricerca della maison mantovana Lubiam, presenta per la stagione primavera estate 2020 una collezione a dir poco esplosiva, ricca di contenuti inediti e con una profondità tale da ricoprire molteplici stili ed occasioni d’uso.

La collezione primavera estate 2020 presenta una serie di capi ad alto contenuto tecnico: il sartoriale sposa l’hi-tech nella capsule collection TRAVEL SPORT UNIFORM, una selezione di capi realizzati in tessuti tecnici, antipiega e a rapida asciugatura, dedicati all’uomo dinamico e sportivo che esige il massimo comfort sia nel contesto urbano che fuori città, ma al tempo stesso sceglie di distinguersi con un look inconfondibile.

Sempre in questa direzione va la scelta di ampliare la presenza di proposte OUTERWEAR che possono tradursi nel rigore sportivo dei trench, mono e doppiopetto, o nel gusto military delle field jacket, ma anche nella disinvoltura spensierata di giubbini in Jersey e bomber leggeri.

Il team creativo ha portato avanti coerentemente con la propria filosofia di ricerca un minuzioso lavoro sui tessuti, in termini di trattamenti, per renderli elastici e naturalmente stretch con l’obiettivo di massimizzare il comfort.

Tra le novità di stagione, troviamo un jersey stampato con stampa digitale effetto knitwear – ad altissima resa qualitativa, impreziosito con bordature a contrasto. Tra i filati presentati in collezione troviamo mischie preziose di cotone, lino, lana e tocchi di seta, che conferiscono un caratteristico effetto cangiante.

Una combinazione di lusso ed elevata performance e caduta per ogni singolo capo. Il jersey, in puro cotone o in mischia con il lino, è tra i protagonisti di stagione ed incontra il gusto ricercato e in costante evoluzione del pubblico più esigente e attento ai dettagli.

La collezione sperimenta nuove contaminazioni e prende in prestito un elemento tipicamente presente nella moda femminile: l’utilizzo del Tencel, una fibra ecologica e sostenibile dal punto di vista ambientale, dalla mano molto morbida, in mischia con lino e cotone, perfetta per giacche e gilet.

Nella collezione primavera estate 2020 si può osservare un gradito ritorno al bianco ottico, e in generale ai toni neutri, canvas, panna, avorio. Presenti in modo deciso i toni caldi: il giallo, con la sua sferzata di energia, in varie nuance, miele, senape, ocra, ma anche i bruciati, mattone e arancio.

Non mancano le tinte pastello, che permettono di scegliere il colore, ma in modo discreto e non urlato. Nuances tenui e delicate, che diventano dei veri passepartout negli abbinamenti estivi ma che esprimono anche gusto, carattere e voglia di emergere e differenziarsi con raffinatezza.

Nell’ambito della collezione L.B.M.1911, il team creativo dell’azienda ha realizzato una capsule collection di giacche donna: una proposta che molto probabilmente verrà ampliata nelle prossime stagioni, e che al momento prevede due modelli di giacche con vestibilità e volumi diversi. Un modello monopetto decostruito, con bottone di dimensioni importanti, a contrasto, presentato in colori freschi ed attuali, come il cassis, ed un modello doppiopetto con spalline, che enfatizza le spalle, ispirandosi alle silhouette anni ‘80.