Quore Italiano Milano Piazza Gae Aulenti: il concept inedito, il nuovo menù

Quore Italiano Milano Piazza Gae Aulenti: apre in mattinata con la colazione, la proposta poi continua con il pranzo, l’aperitivo italiano e la cena.

Quore Italiano Milano Piazza Gae Aulenti – Quore Italiano è il format che fa della pasta fresca e della pizza il “quore” della propria offerta, caratterizzata da una forte identità italiana che si percepisce dal nome stesso. La licenza poetica con la “Q” iniziale al posto della “C” vuole invece evidenziare la vocazione alla ricerca della Qualità in ogni suo aspetto: dalla proposta gastronomica agli interni del locale fino al servizio curato.

Presente a Milano dal 2015 con quattro locali, il format ideato dall’imprenditore Marcello Rizza e Giuseppe Beani apre il 2021 inaugurando la quinta location in via Vincenzo Capelli 2, a pochi passi da Piazza Gae Aulenti, fulcro del fermento economico milanese.

Il nuovo Quore Italiano presenta così un concept inedito, che si integra perfettamente con il contesto circostante e si caratterizza per un mood attuale e un menù ispirato alla tradizione regionale italiana creato dall’Executive Chef Francesco de Marco, ma con un twist più contemporaneo e un focus specifico sui prodotti emiliani, in particolare salumi e gnocco fritto. In cucina Tymur Isayev, ex Dry Milano, fa suo il claim “pizza, pasta e tradizione” con il quale Quore Italiano racconta il suo nuovo corso.

Quore Italiano Milano Piazza Gae Aulenti: il menù

La tradizione regionale italiana e la stagionalità delle materie prime sono alla base del menù di Quore Italiano, i cui punti forti sono la pasta e la pizza. L’estrema attenzione alla qualità dei piatti si riflette anche nella scelta dei fornitori, accuratamente selezionati tra le eccellenze del Bel Paese.

Dagli antipasti serviti insieme allo gnocco fritto ai primi piatti di pasta fresca, fino alla pizza, proposta nelle versioni classica e alla pala romana, il menù rende omaggio alla cucina italiana, senza però essere mai scontato.

Parte integrante della proposta di Quore Italiano sono i salumi: oltre ai classici taglieri con prosciutto crudo di Parma 24 mesi, salame di felino e pancetta arrotolata, la lista degli antipasti si arricchisce di ulteriori opzioni, come la ricotta di bufala con bottarga di muggine e le bruschette con baccalà alla ligure o pomodorini confit e coulisse di pomodoro datterino.

A seguire, si arriva al fulcro del concept di Quore Italiano con una selezione di primi piatti che include alcuni must della tradizione italiana reinterpretati con un twist più attuale. Accanto ai grandi classici, come i cappelletti in brodo e la pasta alla norma o alla carbonara – ideali per i “puristi” del carboidrato -, non mancano ricette più originali: i tortelli di zucca serviti con burro nocciola o i testaroli al pesto genovese, preparato fresco con ricotta e spinaci per rendere il piatto ancora più gustoso. Degno di nota è infine l’“omaggio a Milano”, un riso al salto con ossobuco e crumble al midollo. A completare il menù, il pollo arrosto servito con i suoi contorni, anch’essi ispirati ad alcuni grandi
classici della cucina italiana.

Quore Italiano Milano Piazza Gae Aulenti: la pizza

Elemento cardine della proposta food sono anche le pizze dello Chef Tymur Isayev. Classiche o alla pala, realizzate con un impasto di farina semi integrale biologica macinata a pietra e lasciate lievitare per almeno 72 ore, le pizze di Quore Italiano sono una naturale prosecuzione della lista dei primi piatti e sono caratterizzate da un’ampia varietà di topping per un’esperienza di cucina autentica.

Per concludere in dolcezza, una selezione di torte artigianali e dolci al cucchiaio. In accompagnamento ai piatti è possibile scegliere dalla carta vini che raccoglie alcune delle più importanti eccellenze enologiche italiane. Non mancano inoltre birre alla spina e una drink list classica ed essenziale.

Quore Italiano Milano Piazza Gae Aulenti: design

L’imprenditore Marcello Rizza, con la consulenza dello Studio Basile, ha deciso di dare a Quore Italiano un look che rispecchia il fermento del quartiere, interpretando al tempo stesso la volontà di porsi come il locale di riferimento per coloro che vogliono concedersi un momento di pausa o trovare ispirazione e nuove idee.

Esternamente, il locale si presenta moderno e accogliente grazie alle imponenti vetrate che permettono di rendere quasi impercettibile lo stacco in&out, lasciando intravedere l’atmosfera interna e invogliando così i passanti a entrare. Sotto le sgargianti insegne al neon si delinea infatti una grande sala, caratterizzata da un sapiente mix di materiali e colori, che si sviluppa longitudinalmente rispetto alla via pedonale.

Una volta all’interno, spiccano le tonalità oro e bronzo che mettono in risalto la zona del forno della pizza e della cucina, creando un piacevole contrasto con il banco, a sua volta impreziosito da inserti ondulati sui toni del marmo chiaro e scuro. Lo stesso materiale si ritrova poi nei tavoli, di forma rettangolare e rotonda, che si alternano nella sala creando un ritmo di geometrie perfette.

L’ambiente è circondato da alte pareti in mattoni a vista color grigio, in netto contrasto con le ceramiche lucide delle colonne centrali. Un elemento che contraddistingue il locale è sicuramente la scenografica bottigliera dei vini realizzata in ferro che si sviluppa in altezza fino al soffitto, impreziosito da un giardino sospeso.

Per coloro che vogliono più privacy è disponibile un corner salottino appartato tappezzato di carta da parati floreale, dove l’atmosfera è ancora più rilassata e le ampie poltrone di pelle sono un irresistibile invito a trattenersi.

QUORE ITALIANO
Via Vincenzo Capelli, 2 – 20124 Milano
Aperto tutti i giorni dalle 11.00 alle 23.00

Credits image by Press Office – photo by Laura La Monaca