Andreas Kronthaler Westwood autunno 2020: le sacre du printemps, tutti i look

Sulle passerelle di Parigi sfila la collezione autunno inverno 2020 2021 di Andreas Kronthaler for Vivienne Westwood. Scoprite tutti i nuovi look su Globe Styles

Andreas Kronthaler Westwood autunno 2020 – Sulle passerelle di Parigi, all’Hotel de Vile, sfila la collezione autunno inverno 2020 2021 di Andreas Kronthaler for Vivienne Westwood. La nuova collezione è la nona AK per VW, ed il numero nove rappresenta per Andreas Kronthaler l’amore universale, la legge e il risveglio spirituali, 9 è il numero di chi vive cercando di essere un esempio positivo.

Andreas Kronthaler Westwood autunno 2020: il video della sfilata

Andreas Kronthaler si interroga dunque sul significato di creare oggi una nuova collezione di moda e punta al concetto base di eleganza. L’ispirazione parte dal concetto: i vestiti segnano la vita che viviamo, le occasioni che sperimentiamo, le stagioni.

La Sagra della Primavera di Stravinskij con questi abiti sorprendenti cerca di scacciare e di uccidere gli spiriti oscuri dell’inverno, restaurare l’ordine e riportare in vita la Terra.

L’abbigliamento da lavoro ha le tonalità bluette di Parigi. Tra le collaborazioni spiccano quella con Gina, amica di Vivienne, con cui hanno realizzato tre diversi stili di calzature: i biker, le winged court e i sandali winged strappy ricoperti di cristalli Swarovski.

Per la seconda volta Andreas Kronthaler for Vivienne Westwood collabora con Buffalo e presentano tre modelli realizzati in nylon e pelle riciclati: uno stivale da pompiere, uno stivale stringato da lavoro in stile americano ed una sneaker dall’archivio Vivienne Westwood degli anni ’90.

I capi Andreas Kronthaler for Vivienne Westwood hanno una fodera realizzata su misura in tessuto jacquard al 55% cotone organico. Il cotone organico è coltivato senza l’utilizzo di agenti chimici dannosi che non danneggiano il suolo, l’aria e l’acqua. Il cotone organico produce il 46% in meno di emissione di CO2 rispetto al cotone convenzionale. La sua coltivazione inoltre richiede meno acqua perché i coltivatori di cotone organico fanno affidamento più sulle piogge che sull’irrigazione.

Per le imbottiture di giacche e cappotti è stato utilizzata una fibra ottenuta dal riciclaggio delle bottiglie in plastica PET, provvedendo alla migliore qualità ed isolamento con il minor impatto ambientale. Ogni anno 600 milioni di bottiglie vengono rigenerate e trasformate in imbottitura evitando che 40 milioni di kg di emissioni di CO2 siano immesse nell’ambiente. Acquistare un indumento con questo tipo di imbottitura significa fare una scelta cosciente per la protezione dell’ambiente.

La fodera utilizzata in questi abiti è certificata da FSC. Il Forest Stewardship Council (FSC) è un’organizzazione no-profit internazionale creata nel 1993 per promuovere l’utilizzo sostenibile delle foreste del mondo. FSC raggiunge i suoi obbiettivi ponendo dei vincoli sui prodotti delle foreste e allo stesso tempo li certifica etichettandoli come eco-friendly.

La collezione vede anche la collaborazione con CABES GIE, un’associazione di imprese e di piccoli artigiani nel settore tessile in Burkina Faso, il cui obiettivo è promuovere l’artigianato e la tradizione tessile locale e creare una catena produttiva che incontri e rispetti gli standard internazionali in termini di creatività, qualità e rispetto nelle scadenze di produzione.

CABES da lavoro ad artigiani in comunità emarginate, specialmente donne. La collaborazione con Ethical Fashion Initiative (EFI) aiuta CABES a costruire una rete di artigiani locali, di assistenza tecnica e attività che possano sopravvivere nel lungo periodo nella catena produttiva della moda.

Questo tessuto è realizzato in cotone coltivato localmente e lavorato da Filsah, un’azienda tessile specializzata nella lavorazione del cotone in Burkina Faso. La tintura è fatta da donne che lavorano per AFEPO, un workshop locale, e lasciata asciugare al solo per due giorni.

I tecnici controllano la qualità del tessuto e lavorano a stretto contatto con gli artigiani per preparare il cotone alla tessitura che prima di iniziare richiede 8/10 giorni di preparazione. Il processo per creare questa intricato disegno check è molto complesso. Sherifa, il tessitore che ha realizzato questo tessuto, ha lavorato per 4 settimane per completare il lavoro ad una velocità di 2 metri al giorno.

La collezione è realizzata anche con la viscosa Forest Positive, che è certificata da FSC (Forest Stewardship Council). L’obiettivo del FSC è la tracciabilità all’interno della catena di fornitura tessile. I tessuti di origine vegetale come la viscosa possono essere considerati ecologici se provenienti da foreste controllate. FSC collabora con Canopy per assicurare la gestione sostenibile delle foreste e dei lavoratori coinvolti in tutti il mondo.

I bottoni utilizzati sono realizzati con materiali di scarto della produzione di bottoni in madre perla. Gli scarti delle conchiglie vengono tritati finemente e mischiati con resina per formare un impasto composto da 67% madreperla e 33% resina. L’impasto viene modellato in fogli da cui vengono poi tagliati i bottoni. Gli scarti di questo processo vengono nuovamente riciclati per realizzare nuovi bottoni.

La collezione autunno inverno 2020 2021 è stata prodotta utilizzando tessuti «dimenticati» in una alcune storiche aziende tessili. Per la ricerca tessile Andreas Kronthaler for Vivienne Westwood ha collaborato con Waste Couture e sarà venduta esclusivamente nei negozi Vivienne Westwood.