Chanel collezione ready to wear autunno inverno 2018 2019: la natura rigenerante

Sulle passerelle della Paris Fashion Week sfila la collezione ready to wear autunno inverno 2018 2019 di Chanel. Special guest: Keira Knightley e Vanessa Paradis. Scopri tutti i look su Globe Styles

Una foresta è cresciuta sotto la navata del Grand Palais, è questa la splendida scenografia della sfilata Chanel che porta in passerella la nuova collezione autunno inverno 2018 2019 Ready-to-wear. Il cielo blu riscaldato da un dolce sole, gli alberi spogli e un pavimento coperto di foglie autunnali raccontano un’estate indiana, come dichiara Karl Lagerfeld.

Una palette di ruggine, rosso e arancio, muschio e pino verde, corteccia color marrone, stampe di foglie o legno grigio, accompagnano il classico bianco e nero tanto caro alla Maison. I dettagli Chanel aggiungono poi il loro tocco magico: trecce simili a rami, bottoni gioiello incasellati come foglie, sautoirs di perline e pasta di vetro color pastello, collane e bracciali intrecciati con catene e perline, cabochon e orecchini pendenti.

Il tweed, classico, lanuginoso, sfilacciato o intrecciato, si alterna alla tela di cotone, maglie morbide, velluto a coste e velluto liscio. Stivali e stringate in pelle color oro ossidato, guanti senza dita in pelle rosa, polsini in pelliccia sintetica tempestati di piume e grandi sciarpe colorate riscaldano questa silhouette moderna e confortevole.

La silhouette lunga e tubolare si esalta grazie alle spalle squadrate, colletti alti e puliti. Si allarga a poco a poco con godets e pepli come nei doppi poncho orizzontali. La giacca iconica si allunga fino a metà coscia o viene indossata in vita. La tuta Chanel si intreccia con poncho pepli. Lunghi cappotti tagliati, diritti o doppiopetto accentuano la purezza delle linee. Ogni elemento viene evidenziato grazie ad un sapiente gioco di impunture in rilievo. A volte le maniche vengono raddoppiate con un drappeggio sulla spalla, esteso ai polsini sfoderati. La linea a matita delle gonne e degli abiti è interrotta da un godet e da una vita leggermente abbassata. I pantaloni con cintura adottano volumi esagerati. Grandi cappotti sfiorano il pavimento, ricordando lo spirito delle grandi mantelle a cui sono aggiunte maniche con ampi polsini con risvolto o con polsini e orli rifiniti con piume.

La nuova borsa, chiamata 31, creata da Karl Lagerfeld, si unisce alla famiglia degli accessori Chanel: la generosa forma di questa shopper combina la pelle liscia con la pelle trapuntata, tela di cotone stampata o tweed. Grandi borse in montone per l’inverno. In questa stagione la borsa 11.12 è decorata con motivi di corteccia in strass. La borsa Gabrielle di Chanel ritorna come una versione mini da abbinare agli abiti. La camelia si trasforma in una scintillante borsa da sera mentre un tronco di legno diventa una minaudière in preziosa resina.

La collezione si spinge alla raffinatezza più estrema per la sera. Il tubino nero di Chanel raggiunge la sua espressione definitiva, raffinata e più ovvia. Abiti fragili in tulle ricamato e organza sono indossati con una giacca trapuntata. La pelle si arricchisce di pizzi e viene indossata su un tubino nero con maniche drappeggiate, oppure torna come pantalone indossato con una camicetta di chiffon caratterizzata da più balze sui gomiti. Nastri chevronati decorano abiti tubino, mentre un jabot adorna il colletto di un abito in tulle plissettato. Camicette in crêpe trapuntate sui polsi, pizzo e velluto nero giocano con la polvere con argento, le paillettes sono sottili, mai appariscenti. Le mantelle in eco pelliccia sono arricchite da piume e avvolgono strati di abiti in pizzo. Giocando con la trasparenza del materiale, i motivi a foglia intarsiata rivelano le vene del fogliame come una filigrana.

Questa è la grazia della natura, forte ma fragile, in tutto il suo splendore e purezza. Un rinnovamento perpetuo che ci ricorda che il tempo non ha alcuna influenza sulle icone, lo stile e il fascino di Chanel.

Nel front row della sfilata: Keira Knightley, Vanessa Paradis, Alma Jodorowsky, Liu Wen, Golshifteh Farahani, Vicky Krieps, Marie Baumer, Romy Madley Croft (the XX), Lily Allen, James Righton, Clara Luciani e Eddy de Pretto.