Les Eaux de Chanel profumi 2018: le nuove fragranze Paris-Deauville, Paris-Biarritz e Paris-Venise

Per questa primavera 2018, Chanel presenta una nuova avventura olfattiva: Les Eaux de Chanel. Scopri le nuove fragranze su Globe Styles

Per questa primavera 2018, Chanel presenta una nuova avventura olfattiva. Un biglietto di sola andata verso sensazioni inedite, una collezione singolare. La nuova linea si chiama Les Eaux de Chanel ed evoca il treno che si sogna di prendere all’ultimo momento.

Les Eaux de Chanel ci immerge in un luogo sconosciuto ma familiare, grazie ad una freschezza sensoriale, immediata e persistente che fa venire voglia di prendere il largo, qui, ora e subito. Una dolcezza inebriante, racchiusa nella trama olfattiva, che si prova quando si immagina, anche solo per un istante, di lasciare tutto all’improvviso per rifugiarsi al mare o in campagna.

Ispirate a tre luoghi cari a Gabrielle Chanel, Les Eaux de Chanel aprono la strada ad una nuova composizione olfattiva sensoriale. Create dal naso profumiere Olivier Polge, in collaborazione con il Laboratoire Parfums Chanel, nascono Paris-Deauville, Paris-Biarritz e Paris-Venise che danno vita ad un gesto generoso, in un flacone dalle linee tanto essenziali quanto sensuali.

Les Eaux de Chanel hanno una struttura unica che risponde ad un unico desiderio: una freschezza infinita. Arricchite con agrumi di Sicilia e di Calabria, sono fragranze aeree. Il nuovo Flacone della collezione Les Eaux de Chanel nasce da un desiderio di semplicità ed incarna la leggerezza delle fragranze create da Olivier Polge. Il profilo del flacone che ricorda le fiaschette da liquori che si portavano nella tasca della giacca. Il vetro sottile, più leggereo del solito, facilita anche il trasporto.

Fedele al rigore millimetrico della Maison Chanel, ogni dettaglio è stato studiato, per offrire un’esperienza di vero lusso. Il tappo del flacone realizzato in thermodur ha un suono unico. Un materiale nobile dove la doppia C incisa sulla parte superiore viene riempita di colore bianco attraverso un processo speciale.

Ogni flacone di Les Eaux de Chanel è dotato di un un dosatore particolare, diffonde una brume di profumo per un tempo maggiore rispetto ad un vaporizzatore tradizionale. Così quando la fragranza viene a contatto con la pelle, il dosatore crea l’effetto di una nuvola, delicata e generosa.

PARIS-DEAUVILLE


La città sulle rive della Manica custodisce innumerevoli simboli leggendari per Chanel. Olivier Polge decide di eludere gli inventari olfattivi. La fragranza ci immerge in un verde amaro e pungente, un colore che colpisce ed ossigena il corpo. Si percepisce dapprima l’energia rigenerante della scorza d’arancia, del petitgrain e della foglia di basilico, con tutta la sua aromaticità.

L’essenza di rosa e le note del gelsomino si mostrano con il loro portamento impeccabile, assumendo con fierezza il cuore floreale della composizione. Risuona quindi il carattere spiccato, vintage e chypre del patchouli. Paris-Deauville è un’Eau tanto disinvolta quanto vagabonda. Una firma tra il mare e la campagna, risolutamente indomabile.

PARIS-VENISE


La creazione dell’Eau di Chanel Paris-Venise trae ispirazione tanto dal lungo viaggio sull’Orient Express, quanto dalla destinazione stessa. La fragranza riesce a far convivere l’oro e il fasto dell’Oriente con una sensazione ovattata. Mentre gli agrumi tessono ancora il filo conduttore, il neroli rimane in sordina. Un accento di frutti rossi sussurra all’iris e al geranio di Grasse, acidulo e floreale. Poi prendono la parola il vibrante legno di cedro e l’accordo ambrato, in un mormorio costante. Si sente quindi la nota vanigliata e gli effluvi orientali riscaldare la pelle senza scomporsi.

PARIS-BIARRITZ


A Biarritz e in tutta la costa basca, oggi come allora, tutti gli sguardi sono catturati dalla potenza dell’oceano. Questa forza inesauribile che trasforma i cavalloni in spuma sulla sabbia. Paris-Biarritz è la più acquatica della collezione. Olivier Polge decide di rivitalizzare le note di testa della fragranza con uno slancio di pompelmo e mandarino. Gli agrumi, accompagnati da una nota acquosa, aprono la strada ad un accordo di mughetto. L’onda di fondo, il vetiver, si mescola alle note di muschi bianchi per amplificare le sensazioni energizzanti.