Sonia Rykiel Madrid boutique: il moderno boudoir firmato Vudafieri-Saverino Partners

La Maison francese inaugura il suo primo flagship store in Spagna con un nuovo concept pensato dallo studio d’architettura Vudafieri-Saverino Partners. Scopri tutto su Globe Styles

Si trova nel cuore di Madrid la nuova boutique di Sonia Rykiel, con cui la celebre casa di moda fa il suo ingresso nel mercato spagnolo. Il progetto porta la firma di Vudafieri-Saverino Partners, studio di architettura con sede a Milano e Shanghai, che dal 2013 cura lo sviluppo degli store Sonia Rykiel nel mondo.

La boutique si sviluppa su una superficie di 165 metri quadrati e si colloca tra i palazzi ottocenteschi di calle Coello, meta privilegiata dello shopping di lusso, dove hanno sede i grandi nomi della moda spagnola e internazionale. Gli architetti Tiziano Vudafieri e Claudio Saverino hanno maturato nel tempo una grande esperienza nel retail moda, avendo lavorato per brand come Delvaux, Pucci, Tod’s, Roger Vivier, Moschino. Per questa importante apertura hanno sviluppato un nuovo concept, che rappresenta un’evoluzione delle precedenti realizzazioni.

Per riflettere i caratteri iconici dello storico e anticonvenzionale brand di moda parigino, lo store si ispira infatti alle atmosfere della moderna rive gauche con i suoi cafe literaire e il clima glamour/intellettuale che lo caratterizza.

Il risultato è uno spazio elegante, ma allo stesso tempo informale, articolato in un susseguirsi di ambienti raffinati dall’atmosfera intrigante. Un clima che si respira a partire dall’ingresso, dove le pareti sono completamente rivestite da una libreria a tutta altezza con all’interno opere della storica collezione francese Gallimard. Passando attraverso degli ampi portali rossi si raggiungono le stanze in cui è esposta la collezione principale e il Salon, pensato come un moderno boudoir, intimo e raccolto.

I due portali costituiscono uno degli elementi iconici della boutique spagnola, di immediata attrazione visiva: l’uso ironico e misurato del colore rosso conferisce personalità allo spazio e diventa espressione di una sicura e giocosa sensualità, in linea con l’identità del brand. Il pavimento, altro elemento fortemente riconoscibile, presenta un raffinato disegno a losanghe bicolore e allungate. A emergere nelle sale principali è infatti il contrasto tra i due marmi, così come nel salotto e nei camerini è la soffice moquette, che conferisce un tocco di comfort e piacevolezza agli ambienti. Altro elemento di rottura è dato dalla pittura chiara e neutra delle pareti che si discosta dal soffitto grigio scuro.

Tutte le sale presentano arredi rigorosamente realizzati su misura, dal design leggero e lineare, che alternano l’eleganza di finiture metalliche quali l’oro pallido satinato e il cromo nero, alla ruvidezza del legno. Dettagli preziosi, come le mensole dalla ricercata rete metallica oro combinata al vetro, si affiancano ad elementi dal carattere pop e leggero, quali la colorata libreria stampata su carta.

La pelle color cognac dei sofa e dei pouf tailor made, il velluto blu dei tendaggi, i rivestimenti murali in vetro anticato e un grande chandelier di Santa&Cole, caratterizzano l’area privata dei camerini e del salotto: rafforzando il senso di moderno boudoir. A richiamare ancora una volta le atmosfere parigine è l’allestimento “mise en scene” stile bistrot con il tavolo Thonet e la seduta firmata Martino Gamper, che caratterizza sia l’area dei camerini sia il layout delle vetrine.

Dall’esterno, la facciata risalta subito grazie al contrasto tra il nero lucido del rivestimento e il bianco del logo retroilluminato, con le tende in tessuto a righe che rimandano al celebre pattern iconico di Sonia Rykiel.