Art Basel Basilea 2018 Audemars Piguet: gli artisti Semiconductor e la curatrice ospite Mónica Bello

Audemars Piguet annuncia che il duo Semiconductor è stato selezionato per la 4a Commissione artistica, in collaborazione con la curatrice ospite Mónica Bello – Head of Arts al CERN di Ginevra. Scopri tutto su Globe Styles

Audemars Piguet annuncia che il duo Semiconductor, formato dagli artisti britannici Ruth Jarman e Joe Gerhardt, è stato selezionato per la 4a Commissione artistica di Audemars Piguet, in collaborazione con la curatrice ospite di quest’anno Mónica Bello, Head of Arts al CERN di Ginevra. L’opera principale del duo sarà svelata nel corso di Art Basel a Basilea a giugno.

Da molto tempo Partner Associato di Art Basel, Audemars Piguet seleziona ogni anno un curatore con cui collabora invitando un artista a realizzare una nuova opera che tragga spunto dalla complessità e dalla precisione intrinseche al mondo dell’orologeria, secondo la sua visione unica e personale. La scelta dei Semiconductor è da ricondursi alla profonda competenza tecnologica del duo e alla loro continua esplorazione di questi temi, celebrando il dialogo tra arte contemporanea, scienza e mondo dell’alta orologeria.

Da oltre vent’anni i due artisti di Semiconductor collaborano per creare un’arte che indaga l’ignoto e traduce l’invisibile in forme tangibili. Una delle loro finalità è scoprire la nostra natura umana attraverso ciò che non conosciamo e instaurare un dialogo tra arte e mondo naturale. Il duo realizza opere costituite da immagini in movimento che esplorano, attraverso la lente della scienza e della tecnologia, la materialità del nostro mondo e il modo in cui gli esseri umani la sperimentano.

Spesso il loro lavoro è nato da borse di ricerca che li hanno condotti presso i più importanti laboratori scientifici internazionali per osservare il modo in cui le persone comprendono il mondo materiale. In particolare, il duo ha partecipato al programma del CERN dedicato agli artisti a novembre 2015, lavorando a stretto
contatto con la curatrice Mónica Bello.

Dichiara Mónica Bello: “Dopo aver collaborato con Ruth e Joe durante la loro residenza artistica al CERN nel 2015, sono felice di essere nuovamente al loro fianco per realizzare la 4a Commissione artistica di Audemars Piguet. È una grande opportunità che ci consente di fondere competenze scientifiche e artistiche con il savoir-faire artigiano. Arte e scienza non operano a compartimenti stagni – e nemmeno l’orologeria.”

L’annuncio è stato dato in occasione di Art Basel a Hong Kong, dove nella sua Collectors’ Lounge Audemars Piguet ha presentato un nuovo lounge concept realizzato dall’artista e designer Sebastian Errazuriz, intitolato Foundations e ispirato al materiale ferroso, accompagnato dalle opere dell’artista Quayola, “Remains: Vallée de Joux”. Il design incisivo di Errazuriz, l’ultimo di una trilogia di lounge concept create per l’azienda, e le nuove opere di Quayola saranno presenti a tutte e tre le esposizioni di Art Basel nel 2018.

Dichiara Sebastian Errazuriz: “Negli ultimi tre anni è stato interessante e talvolta impegnativo lavorare con Audemars Piguet e creare una trilogia speciale di lounge concept per le esposizioni di Art Basel. Benché la collaborazione si sia svolta all’insegna di una tematica unificante, ogni design ha una sua personalità specifica che si ispira a materiali naturali essenziali della Vallée de Joux.”

Afferma Quayola: “Remains: Vallée de Joux e Promenade rappresentano l’ultima iterazione della mia costante focalizzazione sulla natura e sulla tradizione della pittura paesaggistica, che questa volta ha documentato la Vallée. Mi interessano le differenze tra la percezione umana e la visione attraverso una macchina, nonché il modo in cui le nuove tecnologie diventano opportunità per scoprire una nuova estetica. Il suono svolge sempre un ruolo fondamentale nei miei video. La collaborazione con Devialet per il mio ultimo pezzo mi ha permesso di raggiungere nuove profondità grazie ai loro altoparlanti rivoluzionari.”