Isabel Benenato uomo primavera estate 2020: schizzi d’artista

Isabel Benenato presenta a Milano Moda Uomo la nuova collezione maschile per la primavera estate 2020. Scopritela su Globe Styles

Isabel Benenato uomo primavera estate 2020 – Si provi a immaginare una collezione pervasa dall’istintività: perse le parole, ci si esprime esclusivamente attraverso una pittura di colori e segni. È un’atmosfera sperimentale quella della collezione uomo primavera estate 2020 di Isabel Benenato: l’ispirazione è il talento degli schizzi di Cy Twombly (1928-2011), artista americano che ha passato la maggior parte della sua vita creativa in Italia.

Confuso è il limite tra disegno e pittura nelle opere più famose di Twombly, come ricordano i graffiti che irrompono sulle pareti dei bagni. Qui tutto lascia trasparire sensibilità, parole non dette, arte, una sorta di musica visiva che smuove lo spirito e fa tremare il cuore, energia potente e libera come l’acqua che scorre tra le dita.

Questa collezione si ispira all’approccio di Twombly: come l’artista è maturato abbandonando la rappresentazione fisica per la pittura astratta, trasformando ogni elemento in una prova tangibile della sua storia e del suo lavoro, così nella stagione primavera estate 2020 Isabel Benenato sonda nuovi terreni e lascia dietro di sé le forme consolidate.

È una traccia aperta la ricerca che si realizza attraverso linee indefinite e patchwork su misura su giacche e pantaloni. Un’eleganza intrigante e shabby prende vita in elementi opposti, ad esempio nel mix originale tra luminosità e opacità.

Un modello apparentemente caotico, in cui ogni segno, ogni schizzo ispirato dall’artista perde il proprio significato originale e dà vita a nuove forme con grande movimento. La maglieria sfiora l’arte in intarsi che creano trame elaborate a contrasto. Qui la tonalità rosso/nero/bianco tipica del marchio Isabel Benenato è spezzata dal verde militare.

Le stampe e i patterns di questa stagione, che ricordano l’action painting, conferiscono un senso di espressione
astratta alla collezione, mettendo da parte la ricerca della perfezione per creare un nuovo senso di libertà.